andrea-licitra-pallamano-ragusa-logo-p

Comunicato stampa

Ragusa – Lunedì 6 febbraio 2017

TROPPE ASSENZE, L’ANDREA LICITRA PALLAMANO RAGUSA 

COSTRETTA A ISSARE BANDIERA BIANCA SUL CAMPO DELLA 

CAPOLISTA, IL GIOVINETTO MARSALA, NEL TORNEO DI SERIE A2

 

SECONDA SCONFITTA STAGIONALE PER L'ANDREA LICITRAE’ arrivata la seconda sconfitta stagionale per l’Andrea Licitra Pallamano Ragusa. Ed è così sfumata, almeno per il momento, la possibilità di conquistare il primato in classifica nel campionato di Serie A2.

I ragusani, come era stato annunciato alla vigilia, si sono presentati sul campo della prima della classe, Il Giovinetto Marsala, con tutta una serie di assenze nell’organico che sono risultate essere particolarmente pesanti soprattutto nel settore difensivo.

Il match si è concluso con il punteggio di 27-24 (14-10 il primo tempo sempre per i padroni di casa del Marsala).

“La formazione rimaneggiata – spiega il tecnico Salvatore Russo – ha purtroppo avuto un ruolo nelle fasi topiche del match.

A un certo punto eravamo arrivati anche a meno due ma non abbiamo avuto la forza, oltre che la lucidità, di agguantare il pari. Davvero un peccato. In ogni caso devo fare i miei complimenti a chi è sceso in campo ieri perché ha dato l’anima dal primo all’ultimo minuto”.

E’ stata una gara abbastanza complessa per i ragusani che, tra l’altro, in organico hanno schierato pure alcune pedine che non erano al top della condizione.

Come se non bastasse, a una decina di minuti dall’inizio del primo tempo, anche un infortunio occorso al portiere argentino Javier Anzaldo ha reso tutto più complesso. Al suo posto, in campo, il portiere Schembari che si è fatto valere parando pure un rigore. “Non eravamo certo al meglio – continua Russo – per affrontare la capolista. Abbiamo cercato di fare del nostro meglio.

Possiamo dire che si tratta di una partita che abbiamo perso noi. Nonostante le assenze, eravamo pure riusciti a giocarcela quasi punto a punto.

Poi, però, non abbiamo retto, anche dal punto di vista fisico, la tensione della fase finale del match quando sarebbe servita maggiore concentrazione per chiudere alcune azioni nella maniera migliore. Non siamo riusciti a mettere in piedi la difesa che avevo in mente anche per le assenze.

I padroni di casa sono stati avanti nel primo e nel secondo tempo. Negli ultimi minuti eravamo riusciti ad accorciare le distanze.

E se avessimo avuto qualche secondo in più saremmo riusciti a compiere un mezzo miracolo”. Da sottolineare la prestazione dell’ala sinistra Giorgio Raniolo che ha messo a segno sette reti, uno dei pochi che ha davvero dato il cento per cento. Sabato 11 febbraio, alle 19, gara in casa dell’Andrea Licitra Pallamano Ragusa contro il Cus Palermo.

 

Staff Pallamano Ragusa

Ufficio stampa Giorgio Liuzzo